Barolo Rocche di Castiglione | Azienda Agricola Monchiero
De Grote Hamersma
Jancis Robinson
Decanter
WinesCritic

Barolo Rocche di Castiglione DOCG

 44,95

“Il Barolo è visto come un vino difficile. Nonostante la sua fama, è ancora sconosciuto, difficile e indisciplinato.

Qualcosa per intenditori.

E anche loro si alzano e sbattono un po’ i piedi se chiedi loro di spiegarlo.

È anche difficile. Il Barolo come vino non è dei più morbidi, con i suoi tannini spesso aspri. Anche dopo anni di riposo in cantina, non è stato addomesticato né addolcito. La nuova scuola di vinificazione punta a un barolo con più frutta e flessibilità, ma poi di nuovo: il barolo non diventa mai un beaujolais.

Per il barolo devi fare uno sforzo. Non preoccuparti: la ricompensa è grande. Prova questo materiale didattico. Barolo che profuma di rose e frutta pregiata, con un pizzico di spezie. Che è slanciato, nerboruto, severo, che ha tannini da mordere, ma non troppo, e offre anche frutti maturi.

Barolo con carattere. Rigoroso, maestoso, ma con il sorriso.

Uno svantaggio: provalo e sarai venduto. Monchiero ti rende dipendente dal barolo”.

– Hamersma, 2022

A proposito del vino

Azienda: Azienda Agricola Monchiero
Vino: Barolo
Classificazione: DOCG
Vitigno: Nebbiolo
Regione/zona: Barolo (Piemonte)
Tipologia: Vino rosso secco
Terreno: Argilloso
Vendemmia: 2017
Alcool: 14,5%
Chiusura: sughero
Temperatura di servizio: 15-16° C
Potenziale di lay-up: lungo, nessun dato ancora disponibile.
Contenuto: 0,75 l

Vinificazione

Questo Barolo è di grande valore per la famiglia Monchiero perché “Rocche di Castiglione” è uno dei loro vigneti più antichi. Le uve di questo vigneto vengono raccolte a mano nella terza settimana di ottobre. Segue un tradizionale periodo di invecchiamento di tre anni in botti di rovere.

Colore

Il Barolo Rocche di Castiglione ha un colore rosso rubino intenso.

Odore

Al naso è fruttato con sentori di sottobosco e alcune note terrose.

Impressione gustativa

Profumo finemente prominente e ottima struttura dal carattere molto equilibrato.

Consiglio culinario

Questo Barolo si abbina bene a piatti come spezzatino, selvaggina, carne rossa, formaggi, piatti con tartufo e paste con salse cremose.

Premi

De Grote Hamersma

De Grote Hamersma 9

Jancis Robinson

Jancis Robinson 17++/20 punti

Decanter

Decanter​ 93/100 Punti

WinesCritic

Winescritic 94/100 punti

Note di degustazione

Il grande martello

“Il Barolo è visto come un vino difficile. Nonostante la sua fama, è ancora sconosciuto, difficile e indisciplinato.

Qualcosa per intenditori.

E anche loro si alzano e sbattono un po’ i piedi se chiedi loro di spiegarlo.

È anche difficile. Il Barolo come vino non è dei più morbidi, con i suoi tannini spesso aspri. Anche dopo anni di riposo in cantina, non è stato addomesticato né addolcito. La nuova scuola di vinificazione punta a un barolo con più frutta e flessibilità, ma poi di nuovo: il barolo non diventa mai un beaujolais.

Per il barolo devi fare uno sforzo. Non preoccuparti: la ricompensa è grande. Prova questo materiale didattico. Barolo che profuma di rose e frutta pregiata, con un pizzico di spezie. Che è slanciato, nerboruto, severo, che ha tannini da mordere, ma non troppo, e offre anche frutti maturi.

Barolo con carattere. Rigoroso, maestoso, ma con il sorriso.

Uno svantaggio: provalo e sarai venduto. Monchiero ti rende dipendente dal barolo”.

– Hamersma, 2022

ALTRI SUGGERIMENTI…

Chianti “Forramoro” D.O.C.G.

 14,95

Tegolato I.G.T.

 79,95

9 Anime I.G.T.

 44,95

We gebruiken cookies om ervoor te zorgen dat onze site zo soepel mogelijk draait. Als je doorgaat met het gebruiken van deze site, gaan we ervan uit dat je ermee instemt.