Roero Arneis Riserva “Canorei” DOCG Tenuta Carretta
De Groene Hamersma

Roero Arneis Riserva “Canorei” DOCG

 19,95

“Lo ammettiamo onestamente: quando ci viene chiesto quali sono i vini bianchi migliori per la conservazione, non pensiamo subito all’uva Arneis del Roero, in Piemonte. I vini rossi ci da uva nebbiolo, di sicuro. Sono famosi in tutto il mondo per i barolo e i barbaresco. Anche diversi barbieri possono durare a lungo in cantina.

Ma bianco… Una volta abbiamo appreso dei vini dell’uva arneis che esistevano principalmente perché lì c’erano anche quelle uve bianche e gli autoctoni piemontesi, oltre a tutto quel rosso locale, a volte tenevano anche un bicchiere di bianco come diversivo.

Ma il vino da conservazione… Abbastanza sicuro. Almeno, qui a Carretta. Dagli arneis di Canorei, il loro vigneto più antico. Le uve splendidamente mature vengono poi invecchiate in rovere.

Il risultato: quell’arneis fresco e speziato con quel caratteristico sentore di menta assume una morbidezza cremosa e un affascinante sentore di vaniglia attraverso il legno e negli anni. Molto affascinante. Vief e dai mignoli. Vino da conservare, tutt’altro che antico.”

– Hamersma, 2022

A proposito del vino

Azienda: Tenuta Carretta
Vino: Roero Arneis Canorei
Classificazione: DOCG
Vitigno: Arneis
Regione/regione: Langhe (Piemonte)
Tipologia: Vino bianco invecchiato in legno
Terreno: calcareo e sabbioso
Vendemmia: 2019
Alcool: 13,5%
Chiusura: sughero
Temperatura di servizio: 12-14° C
Potenziale di deposito: Nessun dato disponibile
Contenuto: 0,75 l

Vinificazione

Canorei è l’antico nome del vigneto da cui provengono le uve arneis della Tenuta Carretta. Le uve vengono prima raccolte a mano e poi vinificate in piccole botti di rovere. La maturazione dura 9 mesi, a cui seguono altri 3 mesi in bottiglia.

Colore

Il “Canorei” ha un colore giallo dorato.

Odore

Al naso si percepiscono note di pera, pesca e vaniglia.

Impressione gustativa

Questo vino ha complessità, buona struttura, morbidezza, equilibrio e perseveranza con note di melone.

Consiglio culinario

I sapori pieni del Roero Arneis Canorei si esaltano in abbinamento a salse e formaggi cremosi, salmone affumicato o piatti a base di pollo. Questo Roero Arneis invecchiato in legno offre anche la possibilità di raffinati abbinamenti con risotti e carni bianche.

Premi

De Groene Hamersma

De Groene Hamersma 8.5

Note di degustazione

Il grande martello

“Lo ammettiamo onestamente: quando ci viene chiesto quali sono i vini bianchi migliori per la conservazione, non pensiamo subito all’uva Arneis del Roero, in Piemonte. I vini rossi ci da uva nebbiolo, di sicuro. Sono famosi in tutto il mondo per i barolo e i barbaresco. Anche diversi barbieri possono durare a lungo in cantina.

Ma bianco… Una volta abbiamo appreso dei vini dell’uva arneis che esistevano principalmente perché lì c’erano anche quelle uve bianche e gli autoctoni piemontesi, oltre a tutto quel rosso locale, a volte tenevano anche un bicchiere di bianco come diversivo.

Ma il vino da conservazione… Abbastanza sicuro. Almeno, qui a Carretta. Dagli arneis di Canorei, il loro vigneto più antico. Le uve splendidamente mature vengono poi invecchiate in rovere.

Il risultato: quell’arneis fresco e speziato con quel caratteristico sentore di menta assume una morbidezza cremosa e un affascinante sentore di vaniglia attraverso il legno e negli anni. Molto affascinante. Vief e dai mignoli. Vino da conservare, tutt’altro che antico.”

– Hamersma, 2022

ALTRI SUGGERIMENTI…

Nessun dato è stato trovato

We gebruiken cookies om ervoor te zorgen dat onze site zo soepel mogelijk draait. Als je doorgaat met het gebruiken van deze site, gaan we ervan uit dat je ermee instemt.