Valpolicella Classico Ripasso Ca Dei Maghi
De Grote Hamersma
Decanter
Merano Wijnfestival
Decanter
Gilbert & Gaillard
Jancis Robinson

Valpolicella Classico Superiore Ripasso “Canova” DOC

 30,95

Chi ha passato gli altri rossi di Cà dei Maghi (speriamo in forma liquida) sa già che sta bene anche qui. Passo leggero fino in fondo. L’enologo Paolo Creazzi non crea vini malinconici, enfatici, che fanno sollevamento pesi.

Anche questo Canova ripasso ha come firma l’eleganza e la leggerezza. Ciliege non troppo dolci, rabarbaro ammorbidito con alcune fragole, prugne mature, olive nere essiccate, un sapore di bourbon, la dolcezza e l’affumicatura più gli acidi che fungono da barriere di frantumazione.

“Tutti i sapori vogliono rimanere lì dentro?”

‘Grazie!'”

– Hamersma (2021)

 

A proposito del vino

Azienda: Cà Dei Maghi
Vino: Valpolicella Classico Superiore Ripasso “Canova”
Classificazione: DOC
Vitigno: Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara
Regione/Zona: Valpolicella (Verona)
Tipologia: Vino rosso secco
Terreno: Calcareo, Vulcanico
Vendemmia: 2015
Alcool: 15%
Chiusura: sughero naturale
Temperatura di servizio: 16°C
Potenziale di posa: lunga durata, ma non sono ancora disponibili dati
Contenuto: 0,75 l

Vinificazione

In Valpolicella c’è una montagna che si chiama Sant’Urbano. Questa montagna si trova tra i comuni di Marano e Fumane, dove inizia una colata lavica dell’Eocene. Questo terreno è unico in quanto presenta componenti di basalto mescolati a scisti calcarei. Questo favorisce lo sviluppo di uve ricche di estratto, struttura e grande finezza aromatica. Da questi vigneti di montagna provengono sia le uve di Amarone sia le bucce che Cà Dei Maghi utilizza per produrre uno dei vini che meglio rispecchia la sua idea di CRU (vigneti di alta qualità): Classico Superiore Ripasso Etichetta Oro. Innanzitutto, il Valpolicella Classico Superiore Ripasso “Canova” è prodotto con uve fresche e amarone ripasso raccolte a mano. Infine il vino matura in botti grandi per 48 mesi.

Colore

Nel bicchiere questo vino di Cà Dei Maghi si presenta di colore rosso rubino con leggeri riflessi granati.

Odore

Esempi dei profumi di questo vino sono la frutta matura, i fiori macerati sotto spirito, l’oliva nera, la menta selvatica, la china e il rabarbaro… Insomma, questi sono solo alcuni esempi che vengono in mente quando si parla di questo vino. Soprattutto, questo è un vino che viene dal cuore.

Impressione gustativa

Al palato questo Ripasso “Canova” ha grande finezza ed eleganza. Tuttavia, questo vino è talvolta viscerale e austero. Sostanzialmente si tratta di un Ripasso araldico ricavato da poche viti autoportanti.

Consiglio culinario

Innanzitutto, per il suo ottimo gusto, questo ottimo vino può essere abbinato a una vasta gamma di piatti. Ma si abbina al meglio con piatti speciali che richiedono tempo e passione, come la carne a cottura lunga.

Premi

De Grote Hamersma

De Grote Hamersma 9+

Decanter

Decanter​ 95/100 Punti

Merano Wijnfestival

Premio Merano Rosso

Decanter

Decanter Asia 91/100 punti

Gilbert & Gaillard

G&G 3 volte 90+

Jancis Robinson

17,5/20 Punti

Note di degustazione

Il grande martello

Chi ha passato gli altri rossi di Cà dei Maghi (speriamo in forma liquida) sa già che sta bene anche qui. Passo leggero fino in fondo. L’enologo Paolo Creazzi non crea vini malinconici, enfatici, che fanno sollevamento pesi.

Anche questo Canova ripasso ha come firma l’eleganza e la leggerezza. Ciliege non troppo dolci, rabarbaro ammorbidito con alcune fragole, prugne mature, olive nere essiccate, un sapore di bourbon, la dolcezza e l’affumicatura più gli acidi che fungono da barriere di frantumazione.

“Tutti i sapori vogliono rimanere lì dentro?”

‘Grazie!'”

– Hamersma (2021)

Jancis Robinson

“Profumi di funghi, castagne fresche, porcini secchi, shiitake arrostiti in padella. Odore di levistico e foglie di finocchio essiccate. Profuma di erba gatta e prugne. Al palato è così denso e concentrato che mi ricorda non poco il vecchissimo Balsamico di Modena, con la sua indescrivibile combinazione di estrema dolcezza umami-soia e melassa di manzo. E tuttavia non è così trionfante o potente. Il primo sorso può sembrare una scossa sismica, ma attraverso la potenza si sentono chiaramente i petali di rosa e il pepe, la dolcezza terrosa delle castagne arrosto, l’ibisco e la foglia di tè pekoe. Un gigante gentile di un vino. Prendetelo accanto al camino con una ciotola di noci arrostite (o castagne), magari una fetta di formaggio salato, sedetevi a fissare le fiamme e lasciate che il vino vi parli. Ha qualcosa da dire… (TC)”

– Jancis Robinson (2022)

ALTRI SUGGERIMENTI…

Chianti “Forramoro” D.O.C.G.

 14,95

Tegolato I.G.T.

 79,95

9 Anime I.G.T.

 44,95

We gebruiken cookies om ervoor te zorgen dat onze site zo soepel mogelijk draait. Als je doorgaat met het gebruiken van deze site, gaan we ervan uit dat je ermee instemt.